top of page

[PILLOLE DI SALUTE E BENESSERE]

A cura di Marta Gambini


Con l'arrivo della primavera cerchiamo nuove energie per affrontare la quotidianità: lavoro, famiglia, hobby e.. attività sportiva!


La ricarica di energie che arriva dalla stagione della rinascita ci dà voglia di novità, anche in ambito di benessere, per questo abbiamo bisogno di nuovi stimoli e questo riguarda sia i più piccoli che i più grandi.

Ma ci siamo mai chiesti se c’è uno sport o un’attività fisica giusta per ogni fascia d’età?




La certezza che abbiamo è che gli studi scientifici dimostrano come l’allenamento sia in grado di rallentare i processi di invecchiamento fisiologico delle cellule, oltre che a prevenire tante patologie.

Si parla soprattutto si SARCOPENIA, cioè la perdita di massa magra (intesa come massa muscolare), per questo, quando facciamo allenamento, non sono importanti solamente gli esercizi di mobilità e stretching ma anche di potenziamento muscolare. Coi pesi? Certo, anche coi pesi. A tutte le età? Si, a tutte le età over 13 anni (discorso a parte è per l’agonismo).



A livello fisiologico attraverso il movimento si hanno i seguenti benefici:


  • Miglioramento della funzionalità del cuore e dei polmoni


  • Miglioramento della funzionalità articolare, coordinazione ed equilibrio


  • Mantenimento della statura (si cerca di evitare compressioni discali o degenerazioni della colonna)


  • In aiuto ad una buona alimentazione migliora le funzioni metaboliche dell’organismo.



Ma partiamo dai più piccoli..


Negli ultimi anni come ben sappiamo, lo sviluppo della tecnologia ha reso i bambini sempre più pigri e sempre più incollati agli schermi. Questa mancanza di movimento e di socialità è nociva non solo per un’integrazione dei bambini e una difficoltà di relazione con l’altro, ma anche difficoltà nella deambulazione, nella corsa e nell’approccio con strumenti e oggetti.

Cos’è consigliato quindi in fase di crescita?

Semplicemente muoversi, qualsiasi tipo di sport o di attività che consenta di interagire con gli altri e con il mondo esterno.

Questo consente non solo di incrementare la loro capacità di movimento nello spazio ma anche di apprendimento conoscitivo, e quindi di favorire lo studio a scuola.


Ricordiamoci inoltre che in ambito scientifico il termine postura indica la capacità di adattamento e interazione con lo spazio circostante, quindi l’attività fisica diventa fondamentale anche per la salute in termini di sviluppo e crescita fisica.



Per i più grandi..


Ciascuno di noi ha un background differente, chi è stato sempre abituato a fare sport (come noi consigliamo), chi invece per diversi motivi è sempre stato inattivo.


Difficile quindi parlare di un allenamento specifico in base all’età: ci son soggetti allenati che a 50 anni svolgeranno un’attività più intensa rispetto a ragazzi di 25 che mai si sono approcciati al movimento.


Quindi, da dove partire?


Innanzi tutto dalla consapevolezza del proprio corpo:

  • Ho delle patologie legate al movimento?

  • Quali sono i miei obiettivi?

  • Ci sono attività a cui sono più disposto rispetto ad altre o che preferisco?

  • Sento l’esigenza di un percorso personalizzato oppure ho bisogno di socialità?

La risposta a queste domande ci da sicuramente un’indicazione sul percorso da seguire.



Qualche pillola per allenarsi bene..

  1. Consigliati per tutti sono esercizi di rinforzo muscolare, con attrezzi o pesi in base alle capacità e al grado allenamento, che si possono svolgere sia in palestra con macchine oppure a corpo libero.

  2. Fondamentale, se ci si allena da soli, è rispettare le pause: tra un esercizio e l’altro, ma anche tra gli allenamenti. Questo perché se sovraccaricati, i muscoli e le articolazioni, possono infiammarsi ed irrigidirsi.

  3. Scegliere un’attività non fa solo bene al corpo ma anche alla mente, per questo è importante capire di cosa abbiamo bisogno. Ci sono persone che soffrono di ansie e stress, le quali hanno bisogno di un’attività rilassante: per queste si consiglia pilates, yoga o nuoto; altre invece necessitano di sfogare le proprie tensioni su un’attività dinamica, si consiglia quindi un allenamento intenso ad esempio di tipo funzionale, crossfit oppure sport agonistici, nei quali si mette più in gioco l’aspetto emotivo.

  4. Allenamento per uomini o donne? Questo è un aspetto importantissimo da valutare, in quanto sia la conformazione fisica e fisiologica dell’uomo e della donna hanno caratteristiche completamente diverse. La donna, che accumula più massa grassa rispetto all’uomo, tende ad avere una ritenzione idrica più alta, motivo per cui molte donne soffrono di pesantezza negli arti inferiori. Per questo non devono eccedere nell’allenamento della zona e compensare con una corretta alimentazione ed idratazione.


In conclusione

non esiste un allenamento giusto o sbagliato in base all’età, ma il fattore da tenere in considerazione dopo la fase di sviluppo e crescita è in base alla nostra necessità psico fisica. Il lavoro, lo studio ci rendono sempre più sedentari per questo il movimento risulta la terapia migliore per prevenire e curare alcune patologie.

Aggiungo che, proprio perchè si parla della salute del nostro corpo e della nostra mente, è fondamentale l’affidamento a figure professionali e competenti nell’ambito.



42 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


barra sorpa.jpg
bottom of page